Vecchia attività e Nome nuovo, ripercussioni sulla visibilità online

change business nameCambiare nome ad una attività commerciale è una cosa che può capitare per diversi motivi.

Oltre all’aspetto burocratico cosa accade se subentrando in una attività che ha già una sua presenza sul web le si vuole cambiare il nome?

Bisogna secondo me rivalutare e prendere nuovamente in considerazione gli approcci tenuti quando si è avviata l’attività di posizionamento sul web:

  • Nome del sito
  • SI creano account sui canali Social
  • Si inserisce il sito in Directory di Settore o Directory locali
  • Si ottengono poi citazioni e recensioni.

E mi fermo qui perché sono quelle attività di base che potrebbe gestire un qualsiasi imprenditore medio della mia generazione (30 anni signori).

Ebbene, cambiando il nome ad un’attività ci sarebbero ripercussioni a livello di visibilità sul web?

Situazioni confusionarie?

A livello di Marketing come bisognerebbe comportarsi?

1 Nome del sito

La cosa migliore credo sia realizzare un nuovo sito con un nome nuove ed impostare il redirect dal vecchio al nuovo, chiedete ad uno che sappia cosa fare.
Accertiamoci però che il nuovo sito sia responsive e adatto ad essere visualizzato da dispositivi mobili oltre a rispettare le principali norme di ottimizzazione on-page.

2 Account sui canali social

Sui Social Network è possibile avere una pagina aziendale con una URL dedicata (consiglio il post dedicato alle vanity url).
Ebbene sui principali social non è possibile cambiare la URL scelta una volta assegnata.

Uno dei servizi  indispensabili però per la visibilità online di una attività commerciale è Google Places For Business (ed è in questa sezione perché per aprire una scheda è indispensabile avere attivato un account su Google Plus).

Oltre ad esserci almeno 5 buoni motivi per usare Google Places, nel caso abbiate cambiato nome alla vostra attività commerciale è possibile cambiare il nome alla vostra scheda, anche se poi toccherà effettuare nuovamente la verifica dell’attività.

Non un enorme problema visto che è fattibile anche telefonicamente.
Ecco comunque due link per approfondire:

 

3 Problema con le DIRECTORY

Per prima cosa si dovrebbe avere una lista delle directory in cui è stata precedentemente inserita l’attività con tanto di user e password per accedervi.

In tal caso dove è permesso si può cambiare il nome dell’attività nella scheda della directory.

Ci sono però due problemi:

1 Molto spesso le directory usano il nome dell’azienda come id primario per il loro database e quindi può risultare complicato cambiare.

2 Se possibile cambiare il nome all’azienda, non sarà comunque possibile cambiare il nome all’url della scheda, cosa importante perché qualora fosse possibile bisognerebbe assicurarsi che il vecchio indirizzo effettui un redirect alla nuova scheda.

In entrambi casi io contatterei lo staff della directory in questione per avere delucidazioni in merito.

Ovviamente oltre al nome dell’azienda, se si cambia il sito web è bene cambiare l’indirizzo web anche nella scheda della directory.

4 Citazioni e Recensioni

Nello stesso paragrafo? Ma se ci si potrebbe scrivere un libro a testa…

Lo so, ma il problema ha una radice comune.

Se entrambe sono presenti su siti web come blog di settore si può contattare la proprietà ed invogliarli ad aggiornare i dati.

Su siti di recensioni come Yelp o Google ad esempio la cosa risulta molto complessa.

Nelle schede di Google Places for business per esempio ci sono campi che non possono essere modificati.

Le Mappe:
Su Google Maps ad esempio si può richiedere la rimozione di una recensione se non la si ritiene appropriata, ma quanto conviene?

Foto e Video:
Anche le foto dell’attività commerciale sono ad esempio pescate da Google da fonti esterne, e se nella foto è riportata ad esempio la vecchia insegna allora si può segnalare che la foto è inappropriata per sottoporla all’esame di Google.

Trovi approfondimenti qui

Conclusioni:

Si, a livello di visibilità si potrebbero riscontrare problemi a livello di posizionamento ad esempio nelle mappe di google, cosa che non si verificherebbe subito ma con il tempo, anche perché tutte le modifiche da fare in giro per il web richiederebbero diverso tempo a loro volta.

Potrebbero verificarsi situazioni in cui un utente in fase di ricerca troverebbe informazioni sulla stessa attività con due nomi diversi, creando un po’ di confusione.

Nel caso di un cambio di nome di un’attività commerciale dunque io mi adopererei come se fosse una nuova attività.

  • Con nuove attività di inserimento in directory di settore
  • Comunicati stampa
  • Comunicando ai vecchi clienti sia offline che online il cambio di nome
    • Facebook a chi è già fan della pagina lo reindirizzerei alla nuova pagina o alla vecchia
  • Pubblicità su Google con campagne di remarketing
  • Modificando la scheda di Google Places
  • Con nuovi aggiornamenti sul sito e nuovi contenuti testuali e visivi
  • Cambiando ovviamente le informazioni dove possibile

Parliamo di un processo a lungo termine che presuppone un investimento ulteriore a livello di denaro.

Chiedo ovviamente a chi è del settore di contribuire al post con le sue riflessioni e nel caso si fosse già trovato in una situazione del genere di condividere qualora volesse le sue attività svolte.

Giuseppe Schettino
Seguimi

Giuseppe Schettino

Founder Okkei.it at Okkei.it
Napoletano verace.
Divoratore di tecniche di Marketing che fondano economia locale e web.
Innamorato di ogni idea realmente creativa.
Giuseppe Schettino
Seguimi
Condividi Questo articolo se ti è stato utile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Maggiori informazioni. | Chiudi