Recensioni False su trip Advisor, Tar del Lazio annulla la multa

Annullata una multa di 500 mila euro a Trip Advisor per il solito problema delle recensioni false

TripAdvisor è il più noto sito di recensioni usato da milioni di utenti in tutto il mondo in cerca di un locale o hotel, agriturismo o pasticceria, bar o pizzeria.

I pareri espressi hanno la capacità di far decollare alcuni locali incrementandone il prestigio a discapito di altri che verrebbero affossati da critiche troppo pesanti.

E’ Confcommercio a lanciare l’allarme relativo alle recensioni contraffatte e a pagamento positive o negative che creano una graduatoria fasulla di gradimento, troppo spesso distante dalla realtà.

E’ così intervenuta l‘Antitrust multando TripAdvisor di 500mila euro per indurla a verificare le recensioni, visto i danni che può causare una recensione negativa ad un’attività commerciale.

Il portale non ci sta e fa ricorso al Tar del Lazio, che accoglie le sue richieste ed annulla la multa:

“Tripadvisor non ha mai asserito che tutte le recensioni sono vere, richiamando anzi l’impossibilità di controllo capillare e invitando a considerare le ‘tendenze’ delle recensioni e non i singoli apporti.”

trip advisor recensioni false

Ed è BUFERA!

La notizia farà sicuramente discutere e la situazione si prospetta molto più complessa.

Sicuramente TripAdvisor si è visto annullare un “piccolo” danno economico, ma il danno d’immagine resta.

Quindi cosa è cambiato?

Assolutamente niente.

Gli addetti ai lavori hanno sempre preso le recensioni con le dovute cautele, considerando che non tutte le recensioni sono attendibili.

Ma quando si tratta di “semplici utenti” che navigano su internet e finiscono nel portale di TripAdvisor, la musica cambia con conseguente danno non solo economico ma anche di immagine per molte attività commerciali, che vengono mal recensite.

Anche Federalberghi è intervenuta sulla questione:

“La sentenza conferma l’esistenza di un serio problema, in relazione al quale TripAdvisor, all’ombra di una legislazione lacunosa, continua inspiegabilmente a rifiutarsi di apportare correttivi, che con un minimo sforzo migliorerebbero di molto l’affidabilità del ‘gufo’. Ne è prova l’ennesimo caso eclatante registrato pochi giorni fa, in cui un ristorante in provincia di Brescia, ma nei fatti inesistente, ha scalato le vette della classifica raggiungendo in un mese il primo posto grazie ad una decina di recensioni taroccate.”

Tuttavia come sottolineato anche da Federalberghi forse tutta questa vicenda può avere dei risvolti positivi invitando gli utenti a non prendere per oro colato tutto ciò che circola in rete.

Non dimentichiamo gli ultimi attacchi subiti dal portale, quelli che sicuramente hanno dato inizio a tutto questo:

il ristorante “Scaletta” completamente inventato ma che grazie a poche recensioni positive è stato prima in classifica nel comune di Monica del Garda – l’Hotel Torino di Chiavari chiuso da ormai tre anni che è arrivato ai primi posti.

Non ci resta che riflettere e aspettare, sperando che TripAdvisor possa apportare i giusti cambiamenti affinché le recensioni siano verificabili riducendo se non eliminando quelle inventate.

Approfondisci leggendo Come Risolvere il problema delle recensioni false?

Giuseppe Schettino
Seguimi

Giuseppe Schettino

Founder Okkei.it at Okkei.it
Napoletano verace.
Divoratore di tecniche di Marketing che fondano economia locale e web.
Innamorato di ogni idea realmente creativa.
Giuseppe Schettino
Seguimi
Condividi Questo articolo se ti è stato utile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Maggiori informazioni. | Chiudi