il nuovo obiettivo Facebook, i post circostanziali

Facebook ha annunciato la modifica al news feed, l’obiettivo è quello di mostrare a tutti il contenuto giusto al momento giusto.

Infatti in base alle circostanze può capitare che qualcuno si perda qualche post che gli sarebbe potuto interessare. I contenuti pubblicati però, vivono di riscontri, specie da parte delle pagine aziendali, questo vuol dire che in base all’interazione ottenuta otterranno più o meno visibilità e quindi più interazione ecc. Giustamente secondo Facebook ci sono momenti in cui i messaggi che sono presenti da un giorno o due non sono più interessanti per te, mentre altri in cui interagiresti con un post riguardo una serie tv che guardi che è in onda in quel momento ma non puoi perché magari non lo vedi. Per risolvere questi problemi, hanno annunciato il rilascio di un aggiornamento che ripensi al modo in cui i contenuti vengono proposti nel news feed. Un aggiornamento all’algoritmo di Facebook che esaminerà due fattori per determinare se un post è più o meno importante in un determinato momento rispetto ad altri.

Fattore 1: Tranding Topics

Ve ne ho già parlato tempo fa, più è di tendenza un argomento prima e più in alto viene mostrato nei news fee. Poi ovviamente se un vostro amico ha interagito o è collegato con il post in questione si ha più possibilità di ritrovarselo nella sezione notizie. Facebook ha dei dati che dimostrano che con i test effettuati questo aggiornamento incrementa del 6% l’interazione con i post.

Fattore 2: Quando le persone fanno mi piace o commentano

Quanto le persone interagiscono direttamente con un post

In pratica questo aggiornamento stabilisce un concetto molto importante. Che impegnerà la realizzazione dei post successivamente per le pagine aziendali,  gruppi ecc. Si va preferendo lo stile community. In pratica se le molte persone interagiscono con il tuo post nei momenti vicini alla sua pubblicazione ma non più successivamente, allora quel post non sarà più mostrato nel news feed, ed andrà nel dimenticatoio. In più annunciano che andranno a lavorare per migliorare il posizionamento di un post che è in basso e la gente non scrolla per intero per vederlo ma che comunque riceve molta interazione.

CONCLUSIONI? facebook logo banner

Tanta fuffa, perché se i miglioramenti sono del 6% può sembrare superfluo al parrucchiere che ha meno di 100 fan sulla pagina, mentre a me che su una pagina (insieme ad amici ovviamente) abbiamo raggiunto organicamente 20.000 fan può pure interessare. Resta il fatto che chi per le aziende si occupa della gestione della comunicazione sui social deve essere al corrente del cambiamento in atto. Perché sicuramente può influenzare il tipo di pubblicazione. Più Flame quindi? staremo a vedere.

Giuseppe Schettino
Seguimi

Giuseppe Schettino

Founder Okkei.it at Okkei.it
Napoletano verace.
Divoratore di tecniche di Marketing che fondano economia locale e web.
Innamorato di ogni idea realmente creativa.
Giuseppe Schettino
Seguimi
Condividi Questo articolo se ti è stato utile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Maggiori informazioni. | Chiudi